Facciamo le scelte giuste

Ci preoccupiamo del futuro, quello di tutti, offrendo soluzioni legate al mondo della stampa che pongano la massima attenzione al recupero energetico, ai materiali ecologici, alle tecnologie meno inquinanti.
Siamo convinti che con le nostre scelte, piccole o grandi che siano, possiamo fare la differenza. Preferire i prodotti che riducano l’impatto ambientale negli uffici, stampanti green, cartucce o toner riciclabili è una scelta. La nostra scelta.

Remedia

Per la gestione dei nostri rifiuti tecnologici abbiamo scelto Remedia, il primo consorzio per la gestione eco-sostenibile di Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE), pile e accumulatori (PA) a fine vita. Il loro lavoro è eseguito secondo alti standard di qualità, con loro ci sentiamo sicuri di un lavoro ben fatto e di una massima attenzione al riciclo. Ci piace perché sono trasparenti e rigorosi in quello che fanno: in 10 anni hanno gestito oltre 500.000 tonnellate di rifiuti tecnologici, con un beneficio economico stimato per il Paese di 140 milioni di euro.

Facciamo le scelte giuste

Ci preoccupiamo del futuro, quello di tutti, offrendo soluzioni legate al mondo della stampa che pongano la massima attenzione al recupero energetico, ai materiali ecologici, alle tecnologie meno inquinanti.
Siamo convinti che con le nostre scelte, piccole o grandi che siano, possiamo fare la differenza. Preferire i prodotti che riducano l’impatto ambientale negli uffici, stampanti green, cartucce o toner riciclabili è una scelta. La nostra scelta.

Remedia

Per la gestione dei nostri rifiuti tecnologici abbiamo scelto Remedia, il primo consorzio per la gestione eco-sostenibile di Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE), pile e accumulatori (PA) a fine vita. Il loro lavoro è eseguito secondo alti standard di qualità, con loro ci sentiamo sicuri di un lavoro ben fatto e di una massima attenzione al riciclo. Ci piace perché sono trasparenti e rigorosi in quello che fanno: in 10 anni hanno gestito oltre 500.000 tonnellate di rifiuti tecnologici, con un beneficio economico stimato per il Paese di 140 milioni di euro.